I VOSTRI RESTAURI: NSU Standard Max 250 (a cura di Franco Torcianti)

Scritto da Fra | 29 dicembre, 2011 12:21

NSU Standard Max 250,immatricolata nel 1954.

Allo stato iniziale era la classica moto vecchia e pasticciata, piuttosto malmessa, ma abbastanza conforme all’originale.

Dopo aver consultato alcuni esperti del marchio per farmela restaurare, ho deciso di fare da solo. La moto era abbastanza completa ma comunque per un lavoro accurato mi sono ben documentato su questo modello. La bibliografia è praticamente solo in tedesco e per i ricambi in italia non si trova granchè.

Smontata la moto, ho individuato i pezzi necessari e sono andato con il camper ed i miei  amici in Germania, precisamente a Fulda dove nei pressi c’è un fornitore straordinario: se uno ha voglia di spendere può ricostruirsi la moto intera con pezzi originali o rifatti alla perfezione. Al ritorno da Fulda sosta a Bergamo per lasciare i pezzi da cromare ad cromatore molto publicizzato nel mondo del restauro.

Il restauro è poi proceduto normalmente: pallinatura o sabbiatura dei pezzi da verniciare, stuccatura, antiruggine, fondo e consegna al carrozziere per la verniciatura.

Il motore è stato completamente revisionato.

Nel frattempo tramite il mio amico Frontalini (titolare Museo del sidecar di Cingoli) vengo in possesso del side  marca Royal costruito a Monaco nel 1953 e perfetto per la mia NSU. L’attacco alla moto e la successiva omologazione è cosa sua.

Alla fine (2007) credo di aver fatto nel complesso un buon lavoro, una bella spesa nonostante molto lavoro in proprio (devo ringraziare il mio amico Giovanni Mazzieri che oltre che compagno di mulattiere, è anche fine tornitore e precisissimo in ogni attività. E’ lui che fortunatamente frena la mia impulsiva creatività e collabora con pazienza alle mie follie. Per intenderci lui è il passeggero del side nella foto.

Lascia un Commento