Albero_a_camme

TECNICA: L’albero a camme

L’albero a camme, nei propulsori, è un componente in grado di trasmettere il moto alle valvole o a bilancieri interposti.

Esso è composto da un albero cilindrico su cui sono presenti le camme, ossia degli eccentrici calettati ad esso.

Riceve il moto rotatorio grazie all’albero motore a cui è collegato tramite ingranaggi, alberelli a coppie coniche, cinghie dentate, catene o biellette.

Può trovarsi nel carter motore, parallelamente all’albero motore (come, ad esempio, nei propulsori dotati di valvole laterali o di aste e bilancieri) oppure nella testa dove comanda le valvole direttamente o indirettamente tramite bilancieri interposti

Il numero degli alberi presenti in un propulsore è, in genere, di massimo due per testata, soluzione detta DOHC (dall’inglese Double Over Head Camshaft) a differenza di quella di tipo SOHC (Single Over head Camshaft) che ne prevede solo uno.

L’albero a camme è molto importante per i nostri propulsori, esso è infatti di fondmentale importanza nella fasatura, nei diagrammi di apertura e chiusura delle valvole e nell’erogazione di un propulsore.

Basti pensare che, nelle preparazioni dei motori da corsa, subito dopo gli interventi sull’impianto di scarico e sull’alimentazione, si lavora sul/sugli albero/i a camme modificando l’eccentricità delle camme (alzo) o sostituendole con altre con diagrammi di distribuzione più spinti.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *