BSA_A65_Spitfire

MOTO D’EPOCA: BSA A65 Spitfire

La A65 Spitfire era una moto prodotta dalla britannica BSA.

La produzione partì nel 1966 e fu il primo modello della casa ad avere un impianto elettrico a 12 Volt in sostituzione agli obsoleti impianti a 6 Volt.

Questa moto nacque grazie a un processo di razionalizzazione della produzione causata dai problemi finanziari in cui la casa versava in quegli anni.

Si decise di concentrarsi solo su 6 moto, ognuno con caratteristiche ben definite. La Spitfire era, appunto, il modello sportivo della produzione BSA, una vera e bellissima “street racer“.

Il telaio era una nuova unità doppia culla in tubi d’acciaio abbinato a delle sospensioni Girling. I freni erano entrambi a tamburo mentre i cerchi erano in lega d’alluminio. Il peso era di oltre 210Kg.

Il propulsore, un bicilindrico parallelo di 654c.c. raffreddato ad aria, era alimentato da una coppia di grossi carburatori Amal GP muniti inizialmente di bellissimi cornetti d’aspirazione sostituiti in seguito con dei filtri aria tondi e cromati per addolcire la curva d’erogazione e facilitare la messa in moto specie con basse temperature esterne.

La potenza sviluppata era di 54Cv a 7250 giri/minuto mentre la velocità massima era di 173 Km/h.

La moto veniva venduta con due serbatoi differenti in base al mercato di destinazione. Per quello americano era previsto un serbatoio molto simile a quello della HD Sportster mentre per il mercato inglese c’era un serbatoio più capiente e dalle forme tradizionali.

La produzione di questo modello cessò nel 1968.

One thought on “MOTO D’EPOCA: BSA A65 Spitfire

  • Tony Baxter

    That picture is of a BSA A65, but is NOT a SPITFIRE ! That is an early 64-65 STAR. Tony.

    Rispondi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *