Indian_Sport_Scout

MOTO D’EPOCA: INDIAN Sport Scout

La Sport Scout era una moto dell’Indian presentata al pubblico nel 1934.

A dispetto dell’apparenza, questa moto non era molto pesante, basti pensare che pesava poco più di 150Kg, e questo influiva positivamente sulle prestazioni che le garantirono un ottimo successo di vendite e di risultati nelle competizioni americane.

Negli anni la moto fu evoluta tramite l’utilizzo di nuovi cilindri, nuove teste, una catena di trasmissione primaria di tipo triplex e un nuove bobine di accensione.

Grazie a questa moto la Indian fu capace di uscire da una stasi finanziaria che l’affiggeva e riuscì ad imporsi sul mercato grazie ad una nuova reputazione di moto superiori in prestazioni ed agilità rispetto alle altre in commercio.

Al raduno di Los Angeles del 1936, il pilota Fred Ludlow riuscì a raggiungere la notevole velocità di 129 miglia orarie e le vittorie di questa moto andarono avanti fino al 1937 quando Ed ‘Iron Man’ Kretz vinse la 200 miglia di Daytona.

Nel 1937 la moto sfoggiava parafanghi più avvolgenti ed estesi, dei copricatena più grandi e un nuovo scarico completamente cromato. Si poteva anche scegliere con cambio a 3 o 4 rapporti.

Il propulsore era un bicilindrico a V 4 tempi di 750c.c. raffreddato ad aria. L’avviamento era a pedale e la potenza sviluppata era di 22Cv.

Anche se la concorrenza era ormai passata alle valvole in testa, la Sport Scout continuò ad utilizzare le valvole laterali.

Il telaio era di tipo Keystone rigido al posteriore mentre la forcella era a parallelogramma con molla centrale e i freni erano entrambi a tamburo.

Ad oggi è difficile trovare una Sport Scout completamente originale dato il largo uso nelle competizioni di queste moto che venivano profondamente e radicalmente modificate per l’uso in pista.

One thought on “MOTO D’EPOCA: INDIAN Sport Scout

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *