BMW_R69S

MOTO D’EPOCA: BMW R69S

La R69S era una moto prodotta dalla BMW a partire dal 1960 ed era l’evoluzione della R69.

La caratteristica principale di questa moto era la sospensione anteriore costituita da una forcella Earles più pesante di una classica telescopica ma, in compenso, rendeva la guida più confortevole anche se meno intuitiva, specie nelle frenate più brusche.

Questa scelta era dettata oltre che per la maggiore comodità, anche per la maggior rigidità torsionale che tornava utile nell’utilizzo di un sidecar, molto diffuso all’epoca.

La moto era molto bella con una linea molto elegante e raffinata proposta in due colorazioni, bianca e nera.

Il propulsore era il “classico” 4 tempi bicilindrico boxer con raffreddamento ad aria e una cilindrata di 594c.c., distribuzione ad aste e bilancieri e valvole in testa. Sviluppava una potenza di 43Cv a 7100giri/minuto.

Il cambio aveva 4 marce, frizione monodisco e trasmissione finale ad albero cardanico che, rispetto alla catena, riduceva al minimo la manutenzione.

Il telaio era una robusta unità in tubi d’acciaio a doppia culla chiusa, la sospensione anteriore era di tipo Earles e al posteriore vi era un forcellone oscillante con due ammortizzatori idraulici laterali.

Da segnalare la presenza di un ammortizzatore di sterzo idraulico, una vera novità per il settore delle due ruote. I freni erano entrambi a tamburo da 200mm.

La moto pesava quasi 200Kg e raggiungeva una velocità di circa 180Km/h.

La R69S uscì di produzione nel 1969 con quasi 11.400 unità vendute.

One thought on “MOTO D’EPOCA: BMW R69S

  • massimo

    vorrei contattare il proprietario della moto ma non riesco a farlo

    Rispondi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *