MOTO D’EPOCA: MV Agusta 350

Scritto da Fra | 15 novembre, 2010 14:28

La 350 era una moto progettata e venduta dalla casa varesina MV Agusta nella prima metà degli anni ’70.

La Sport

La moto era prodotta in 3 versioni, inizialmente la Sport, successivamente la Gran Turismo e la Scrambler anche se quella che ottenne il maggior successo fu ovviamente la Sport.

La Scrambler

Fu scelta la cilindrata di 350c.c. per riuscire a proporre una moto accessibile a tutti ma che richiamasse i fasti delle moto vittoriose e più famose senza le pretese delle grosse e costosissime quadricilindriche.

Il propulsore era derivato dal “vecchio” 250 aumentandone l’alesaggio e modificando alcune componenti come il cambio che divenne così più robusto.

Questa unità era un bicilindrico parallelo frontemarcia raffreddato ad aria e con distribuzione ad aste e bilancieri di 349c.c. di cilindrata che sviluppava una potenza di 29Cv a 8500giri/minuto.

Il cambio aveva 5 rapporti ed era coadiuvato da una frizione multidisco in bagno d’olio con trasmissione finale a catena.

La ciclistica, invece, riprendeva i vecchi schemi del telaio monotrave costituito da un accoppiata tra tubi e lamiera stampata, le classiche sospensioni (una forcella teleidraulica e un forcellone oscillante con due ammortizzatori regolabili laterali) e i freni a tamburo.

Il peso della moto era di 150Kg e la velocità massima era di oltre 160Km/h.

Per richiamare il “family feeling” delle moto da corsa fu mantenuta un’estetica “vintage” con carenatura estesa e dalle forme tondeggianti e dall’abbondanza delle superfici cromate.

L’aspetto che ne derivò era quello di una moto tradizionale, robusta e semplice ma, nello stesso tempo, molto affidabile e “concreta”.

Tutto questo studio portò ad ottimi risultati di vendite, grazie anche alle numerose vittorie del marchio che ne incrementò la visibilità tra gli appassionati del settore.

Con una spesa non eccessiva si poteva portare a casa una moto che richiamava la sportività e il fascino dei modelli da gara.

Dopo un paio d’anni dalla presentazione sul mercato, furono introdotte alcune migliorie come l’accensione elettronica.

La produzione terminò nel 1975, con la presentazione della “Ipotesi” e ne furono venduti circa 30.000 esemplari.

Lascia un Commento