IL RESTAURO DELLE MOTO D’EPOCA: La verniciatura – Parte I

Una delle fasi più importanti e delicate del restauro di una moto d’epoca è quella della verniciatura.

Infatti, se vogliamo poter iscrivere al registro storico la nostra moto come premio per il lavoro di restauro svolto, dobbiamo assicurarci che l’aspetto della moto sia perfettamente identico al modello appena uscito dalla catena di montaggio.

In questi articoli andrò ad analizzare ed approfondire tutte le fasi di questo importante processo dalle operazioni preliminari fino ad arrivare alle ultime finiture.

Attività iniziali

La prima operazione che andrà effettuata è la sabbiatura del pezzo da riverniciare. Questo è un processo che si può effettuare con una modica spesa dato che esistono tantissime ditte che effettuano questo trattamento, basti pensare a quelle che trattano verniciature industriali su ringhiere e cancelli dove si può far sabbiare un intero telaio a meno di 20 euro.

La sabbiatura elimina ogni traccia di vernice vecchia, adesivi, ruggine portando il pezzo “a ferro”.

Dopo questo processo il pezzo va pulito per bene utilizzando un solvente nitro per eliminare ogni traccia di grasso.

Terminata la pulizia è di fondamentale importanza proteggere immediatamente la superficie metallica dall’ossidazione causata dall’umidità.

E’ necessario quindi applicare un prodotto antiruggine che andrà a costituire il fondo per la riverniciatura.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *