Gilera_b300

MOTO D’EPOCA: GILERA B300

La B300 era una motocicletta prodotta dalla Gilera dal 1953 fino al 1969.

La sua importanza è data dal fatto d’essere stata la prima bicilindrica stradale prodotta dalla casa di Arcore.

Questa moto nacque sostanzialmente per togliere mercato ad altre 250 dell’epoca prodotte dalla Benelli, Parilla e MotoBi anche se la B300 aveva velleità più stradali e turistiche ma, soprattutto, un prezzo più concorrenziale.

Essa fu prodotta cercando di riutilizzare componenti già in produzione, basti pensare che il suo motore fu ricavato unendo due cilindri della 150, e tutta la sua costruzione fu votata al risparmio.

Questo però causò una scarsa affidabilità del mezzo, la moto infatti soffriva di trafilaggi d’olio, cattivo smaltimento del calore prodotto, difficoltà della carburazione e una fragilità dei supporti di banco.

In ogni modo ebbe un discreto successo di vendite anche grazie ai numerosi appalti per la fornitura di moto per la pubblica amministrazione (oltre che al prezzo bassissimo) ma dopo qualche anno la Gilera era più impegnata nella riparazione delle numerose moto ritornate in fabbrica per riparazioni di vario tipo che nello sviluppo della produzione di serie.

Il motore era un bicilindrico parallelo 4T con una cilindrata di 305,2 c.c. e una distribuzione ad aste e bilancieri con valvole in testa verticali.

La trasmissione contava su un cambio a 4 marce con frizione a dischi multipli in bagno d’olio.

Il telaio era una doppia culla in tubi d’acciaio, la forcella era una teleidraulica brevettata dalla Gilera mentre al posteriore c’erca un forcellone oscillante con 2 ammortizzatori teleidraulici e i freni erano entrambi a tamburo.

La moto aveva una potenza di 15Cv a 5850 giri/minuto che, unita a un peso di circa 140 Kg le permettevano di raggiungere una velocità di circa 125Km/h.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *