Parilla_175_Special

MOTO D’EPOCA: Parilla 175 Special

La Moto Parilla è una delle più importanti storiche industrie motociclistiche italiane conosciute ed apprezzate in tutto il mondo.

Nacque nel 1945 grazie al sogno di Giovanni Parilla che gli permise di costruire la sua prima motocicletta, una 250c.c. 4 tempi liberamente “ispirata” ad una Norton dell’epoca. In seguito agli ottimi risultati ottenuti in campo agonistico, decise di avviare una piccola produzione di motociclette.

Ben presto però riuscì a ricavarsi una nicchia di mercato fatta di amanti delle due ruote e in breve tempo divenne sempre più grande fino a scolpire il suo nome nella storia della moto italiana.

Negli anni 50-60 Parilla progettò diverse moto accomunate da un propulsore da 175c.c. e oltre detti “a camma rialzata”. Una di queste moto era la Parilla 175 Special.

Essa fu prodotta per soli due anni (1953 e 1954) in un numero limitato di esemplari caratterizzati dal simbolo del levriero montato sul parafango anteriore.

Il particolare sistema di distribuzione consentiva il raggiungimento di alti regimi di rotazione e questo garantiva al propulsore grandi prestazioni oltre alla possibilità di elaborazione grazie alla sua architettura.

La cilindrata era di 174c.c. e il raffreddamento ad aria mentre il monoalbero a camme era azionato da una catena.

Il cambio era a 4 marce con comando a pedale, la trasmissione finale a catena e l’avviamento a pedale.

La ciclistica disponeva di un telaio a monoculla aperta in tubi d’acciaio uniti a parti in lamiera, di una forcella telescopica e di un forcellone oscillante con 2 ammortizzatori idraulici laterali mentre i freni erano entrambi a tamburo.

La potenza era di 8 Cv a 8500giri/minuto che, unita ad un peso di 115Kg garantiva alla moto una velocità massima di oltre 125Km/h

4 thoughts on “MOTO D’EPOCA: Parilla 175 Special

  • renzo

    non ò da fare commenti cercavo un parilla 175 ma lei li a da vendere mille grazie renzo

    Rispondi
    • Fra

      No, mi dispiace, questo è solo un articolo sul modello.

      Francesco

      Rispondi
  • Matteo

    Ciao, sono un appassionato di moto Parilla, volevo solo fare un paio di precisazioni: prima di tutto Giovanni si chiamava Parrilla (con 2 erre), il marchio diventò Parilla perchè suonava meglio.
    Poi le 175 col levriero sul parafango nel 53-54 erano la Turismo Speciale e la Sport (anche nel ’55), la Special fu prodotta a partire da 1959, in cilindrate di 125 e 175 cc. Credo che per Parilla prodotta nel 53-54 col levriero sul parafango tu intenda il Turismo Speciale (che per motivi di spazio sulle targhe oro FMI diventa Turismo Special), di cui sono un fortunato possessore.

    Rispondi
  • Fra

    Ciao Matteo, grazie mille per la precisazione.
    Come ben sai il mondo delle moto d’epoca è così vasto che è quasi impossibile conoscerne tutti i particolari, ma è anche grazie al contributo degli appassionati come te che le informazioni corrette possono essere messe a disposizione di tutti.
    Le faccio i complimenti per la bellissima moto in suo possesso, se vuole può inviarci il materiale a sua disposizione e provvederemo a scrivere un articolo su di essa.

    Francesco

    Rispondi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *