MOTO D’EPOCA: Moto Guzzi GTV 500

Scritto da Fra | 22 marzo, 2010 23:38

La Moto Guzzi GTV 500( o bitubo) nasce nel 1934 e rappresenta un punto di svolta per la casa di Mandello del Lario, essa infatti mandava in pensione i vecchi monocilindrici a valvole contrapposte.

Questo nuovo monocilindrico era caratterizzato dalla nuova distribuzione, infatti montava delle valvole in testa con distribuzione ad aste e bilancieri, e da un nuovo cambio a quattro marce (detto “V”). La cilindrata restava di 500 c.c. come i precedenti modelli.

Il telaio era un doppia culla in tubi e per quanto riguarda il reparto sospensioni, la GTV montava inizialmente una classica e bellissima forcella a parallelogrammi con molla centrale che fu poi sostituita da una più moderna unità teleidraulica e una sospensione posteriore con le due frizioni elastiche e che fu anche questa soppiantata da un “normale” forcellone con doppi ammortizzatori laterali. Freni entrambi a tamburo.

Il motore erogava una potenza di 22Cv a 4.500 giri/minuto ed era in grado di spingere la motocicletta ad una velocità massima di circa 120km/h.

La produzione della GTV terminò nel 1948 sostituita dall’Astore prima e dal Falcone dal 1950.

3 risposte a “MOTO D’EPOCA: Moto Guzzi GTV 500”

  1. Macrì Domenico scrive:

    Dopo la cessata produzione del gtv è incominciata la produzione dell’astore no del falcone.

  2. Fra scrive:

    La ringrazio, ho corretto l’articolo.

    Francesco

  3. Mauro Stella scrive:

    Ho letto per caso la risposta fornita da Francesco a Macrì

    Vi devo comunicare che dopo la produzione del GTV (frocelle a parallelogramma e non ) è subentrata per pochissimo tempo la produzioen dell’ASTORE e dopo il FALCONE.

Lascia un Commento