motoguzzi_Falcone_sport

MOTO D’EPOCA: MOTO GUZZI FALCONE

Il Guzzi Falcone è stato presentato nel 1950, in occasione del Salone di Ginevra.

La sua importanza a livello storico è data dal fatto che si tratta dell’ultima motocicletta monocilindrica fabbricata dalla casa di Mandello del Lario.

Il motore ha le classiche misure di alesaggio e corsa delle Guzzi di quell’epoca, 88×82 mm per una cilindrata di 500cc con distribuzione ad aste e bilancieri mentre la ciclistica prevedeva un telaio in tubi a doppia culla chiusa con forcella telescopica all’anteriore e un forcellone oscillante con una molla montata sotto al motore e due ammortizzatori a compasso.

Il cambio è un quattro marce comandato a pedale.

Inizialmente prodotta in una sola versione, la “Sport“, caratterizzata dal serbatoio cromato con fascia rossa, fu affiancata nel 1953 dalla versione “Turismo” che si distingueva dalla prima per la presenza dei paragambe e un serbatoio non più cromato oltre che per particolari del motore come testata completamente differente(compresi gli organi interni della distribuzione),pistone, carburatore, etc.

Una delle sue fortune fu l’apprezzamento della moto da parte delle forze dell’ordine grazie al quale fu assorbita gran parte della produzione.

Fu prodotta fino al 1967, quando entrò in commercio la V7(bicilindrica) ,mentre 2 anni più tardi fu commercializzato il Nuovo Falcone, fino al 1976, moto ormai anacronistica per il suo periodo vista la schiacciante qualità delle moto della concorrenza, specialmente del sol levante.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *